Venerdì, 24 Maggio 2013

L’Autorità di Vigilanza dei Contratti Pubblici invita a rivedere i patti parasociali di Marconi Express SpA

Bologna, 23 maggio 2013 – E’ stato notificato a Marconi Express il parere dell’Autorità di Vigilanza dei Contratti Pubblici sulla concessione per la realizzazione e gestione del people mover e sulla struttura societaria della Marconi Express SpA, con particolare riferimento ai patti parasociali sottoscritti tra i soci.

La conclusione del parere conferma, nella sostanza, il progetto, e invita a rivedere i patti parasociali sottoscritti tra i soci della società di progetto.

Tale percorso, come è noto, è già stato intrapreso dai soci di Marconi Express, che, nell’individuare nuovi partner industriali e finanziari, stanno da tempo rivedendo gli accordi sottoscritti, e disegnando una diversa governance della società di progetto.

Questo risponde anche a una esigenza manifestata dall’Amministrazione Comunale: ridurre la partecipazione del socio Tper, partecipato dal Comune, e, di conseguenza, il potenziale rischio di impresa per il socio pubblico durante la gestione dell’infrastruttura.

Su alcuni argomenti espressi nel parere, quale ad esempio la permanenza nella società del socio costruttore fino alla fine della concessione, Marconi Express ha espresso valutazioni giuridiche differenti nelle audizioni istruttorie, anche se, sul punto, il socio costruttore ha già accettato, nella revisione dei Patti, di rimanere nella Società; pertanto ME chiederà di approfondire tali aspetti nei tempi più brevi possibili.